Archivi del mese: febbraio 2014

Non è che io non stessi facendo niente

Adesso sono arrivata da poco in biblioteca, perché se vado a casa non concludo niente invece qui sono più produttiva. Un nostro professore per l’esame vuole che si discuta in gruppo di un argomento a scelta tra i nostri interessi. … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Primi voti e qualche pensiero

Finalmente la settimana scorsa abbiamo ricevuti i voti provvisori del primo essay consegnato a inizio dicembre. Il primo per il quale avevo passato sveglia l’intera notte, nella penombra della cucina di Jonathan, per chi se lo ricorda (lui). Con la … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

Mimose

Oggi, e ieri anche, era un po’ primavera da queste parti. Ho annusato l’aria ed era fraschetta e profumata, il cielo era diverso. Ci sono già un po’ di alberi con le gemme dei fiori, ed ho addirittura visto un … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Aiutati che il ciel t’aiuta

Scrivo qui dal secondo piano dell’autobus, come faccio spesso. Cosa ho fatto oggi per avere questo umore che vorrei che qualcuno venisse qui a salvarmi? Stamattina sono stata a consegnare il curriculum a quattro ristoranti dove vorrei camerierare qualche sera … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

Vista da qui

Avevo già schiacciato il pulsantino rosso per dire all’autista – Fermati alla prossima che devo scendere – poi c’era un po’ di traffico quindi sono passati alcuni secondi, ho visto su un sedile uno di quei quotidiani gratuiti e c’era … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Cristina

Cristina è l’amica più stretta che ho qui. L’ho conosciuta la seconda settimana perché lei cercava compagnia per visitare il museo di storia delle scienze naturali, e io ci sono andata con lei, c’erano anche un Inglese, un Indiano e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

Mi sentivo abbastanza sveglia

Quando ero Italia, e facevo ogni giorno il mio lavoro, mi sentivo abbastanza sveglia ed intelligente. Mi sentivo addirittura che certe volte mi annoiavo e mi dicevo che avrei dovuto usarlo di più il cervello, che sentivo di avere ancora … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti