The beast

E’ passato da casa mia il logopedista irlandese per prendere il barbecue che il proprietario del ristorante dove lavoro mi ha regalato. Il mio giardino ne ha già uno, mai usato da quando sto qui, così ho detto a lui che se lo voleva glielo avrei regalato. Lo abbiamo pulito da tutta la cenere, lui lo ha capovolto per stringere bene le viti con un coltello della mia coinquilina. Quando il barbecue era pronto ha iniziato a piovere, e siamo entrati in casa per bere un tè. Mi ha raccontato dei suoi coinquilini, abbiamo parlato un po’ del nostro lavoro e lui a volte guardava fuori dalla finestra in silenzio. Senza essere in imbarazzo, senza avere fretta di riempire le pause tra i discorsi. Io ho cercato di fare lo stesso, anche se lui in questo è molto più bravo. Poi ha smesso di piovere ed è partito. Abita dall’altra parte di Londra e con the beast, come lui chiama il barbecue gigante, non l’hanno fatto salire sulla tube. Così ha preso un autobus e un treno, e dopo un’ora e mezza di viaggio è arrivato a casa. The beast ha perso solo una vite strada facendo. Domenica siamo tutti invitati per la sua inaugurazione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...